BISCEGLIE E LE SUE PECULIARITA’ SU MARCO POLO TV NE “LA GOLA IN VIAGGIO”
Archiviato in: Iniziative Culturali

Da sinistra: Gaicinto Galantino, Maria Carmela Todisco, Fausto Borella e Anna Catino

Da sinistra: Gaicinto Galantino, Maria Carmela Todisco, Fausto Borella e Anna Catino

Martedì 16 ottobre è stata registrata una  puntata di “La Gola in Viaggio”, condotta dall’esperto eno-gastronomo Fausto Borella. L’iniziativa, promossa dall’Associazione “Vivero”, ha visto protagonista il territorio biscegliese ed alcuni affermati artigiani. Appuntamento sul canale 222 del digitale terrestre, Marco Polo Tv

Continua a leggere “BISCEGLIE E LE SUE PECULIARITA’ SU MARCO POLO TV NE “LA GOLA IN VIAGGIO””…

BISCEGLIE 15 GIORNI GRUPPO FACEBOOK

DALL’UNIONE EUROPEA RISORSE PER IL RIFACIMENTO DEI MANUFATTI RURALI IN PIETRA A SECCO
Archiviato in: Vita amministrativa

Manufatti a secco, tipici del territorio puglese

Manufatti a secco, tipici del territorio puglese

Previsti contributi a fondo perduto fino al 100%.  Presentazione delle domande fino al 14 dicembre.

Vittoria Fata:  «Il nostro agro va tutelato e abbellito. Invito il Sindaco ad organizzare un ufficio che possa dare aiuto a chi intende ristrutturare i propri  muretti a secco, elemento caratteristico dell’architettura rurale della nostra regione, considerando, inoltre,  le concrete prospettive lavorative per artigiani e manovali della pietra, imprese e maestranze che si occupano di recupero e ripristino dei manufatti in pietra».

Continua a leggere “DALL’UNIONE EUROPEA RISORSE PER IL RIFACIMENTO DEI MANUFATTI RURALI IN PIETRA A SECCO”…

ARCIDIOCESI TRANI-BARLETTA-BISCEGLIE: LE NUOVE NOMINE OPERATE DALL’ARCIVESCOVO LEONARDO D’ASCENZO
Archiviato in: Diocesi
Mons. Leonardo D'Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie

Mons. Leonardo D’Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie

Con una comunicazione alla chiesa diocesana S.E. Mons. Leonardo D’Ascenzo ha reso noto ‘i nuovi uffici e incarichi pastorali’.

 

Nella missiva Mons. D’Ascenzo scrive:

 

“Carissimi presbiteri e diaconi, consacrati/e, fedeli laici, è compito del Pastore della comunità  diocesana destinare agli uffici e agli incarichi pastorali suoi collaboratori che condividano con lui la sollecitudine per la guida dell’Arcidiocesi, per il bene delle comunità  e dei fedeli. Dopo attento discernimento, sotto l’azione dello Spirito Santo, essendomi avvalso di consultazioni in uno spirito di sinodale collegialità, vi comunico le seguenti disposizioni relative a nomine e trasferimenti”: Continua a leggere “ARCIDIOCESI TRANI-BARLETTA-BISCEGLIE: LE NUOVE NOMINE OPERATE DALL’ARCIVESCOVO LEONARDO D’ASCENZO”…

Ruvo di Puglia. Sabato 28 Luglio è di scena il Merletto a Tombolo
Archiviato in: Iniziative Culturali

L’antica arte del silenzio: il tombolo. Cucire lo sguardo tra arte e territorio

La Cattedrale di Ruvo di Puglia (foto Pro Loco-UNPLI)

La Cattedrale di Ruvo di Puglia (foto Pro Loco-UNPLI)

Come può un filo di cotone trasformarsi in una sinfonia di forme e intrecci? Il tombolo è l’arte dell’intreccio di fili continui grazie all’uso di fuselli sui quali è arrotolato il filo. Per secoli le sapienti mani di donne hanno intrecciato fili, creando dei capolavori di perfezione: i merletti a tombolo. Continua a leggere “Ruvo di Puglia. Sabato 28 Luglio è di scena il Merletto a Tombolo”…

BARI. OPERAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO: 21 GLI ARRESTI DEL CLAN “CAPRIATI”. COINVOLTO ANCHE UN BISCEGLIESE
Archiviato in: Cronaca

pattuglie-polizia

Nella mattinata odierna, a Bari, ed altre località della provincia, a conclusione di un’articolata attività investigativa, coordinata da questa Direzione Distrettuale Antimafia e condotta dalla Squadra Mobile di Bari, è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ai domiciliari e all’obbligo di dimora, nei confronti dei sottoelencati soggetti, esponenti di rilievo ed appartenenti al clan “Capriati”.

GUARDA IL VIDEO: aqs50za6p0l0g1yd

Custodia cautelare in carcere:

1)     CAPRIATI Filippo, nato a Bari, di anni 47;

2)     CAPRIATI Pietro, nato a Bari, di anni 45;

3)     ANACLERIO Paolo Emanuele, nato a Bari, di anni 33;

4)     ARCIULI Michele, nato a Bari, di anni 38, in atto detenuto;

5)     ARCIULI Michele, nato a Bari, di anni 46;

6)     BORGIA Matteo, nato a Bari, di anni 30;

7)     COLASUONNO Francesco, nato a Bitonto (BA), di anni 31, in atto detenuto;

8)     D’ALTERIO Salvatore, alias “Sasà”, nato a Napoli, di anni 38;

9)     LORUSSO Gaetano, alias “Nino la bionda”, nato a Bari, di anni 51;

10) PANZA Pasquale, nato a Bari, di anni 52;

11) PAPPAGALLO Giuseppe, nato a Bari, di anni 30, in atto detenuto;

12) PAPPAGALLO Saverio, nato a Bari, di anni 47, in atto detenuto;

13) RECCHIA Carmelo, nato a Castellana Grotte (BA), di anni 42;

Custodia cautelare agli arresti domiciliari:

14) COTRUFO Vito Antonio, nato a Bitonto (BA), di anni 43;

15) D’ADDABBO Giuseppe, nato a Bari, di anni 47;

16) MAURELLI Vito, nato a Modugno (BA), di anni 58;

17) PIPERIS Nicola, nato a Bari, di anni 43;

Obbligo di dimora

18) LOSETO Nunzia, nata a Bari, di anni 49;

Misure congiunte dell’obbligo di dimora e della presentazione quotidiana alla P.G.:

19) GROTTONE Giuseppe, nato a Grumo Appula (BA), di anni 27;

20) VALENTE Giulio, nato a Bisceglie (BAT), di anni 36.

I predetti sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere di stampo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso e dall’uso delle armi, porto e detenzione di armi da guerra, estorsioni aggravate dal metodo mafioso e continuate, associazione per delinquere, aggravata, finalizzata alla perpetrazione di furti.  

Le indagini, condotte dalla Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile, hanno interessato i componenti del clan “Capriati”, operante in posizione dominante nei quartieri “Murat”, “Città Vecchia” e “Carrassi” di Bari oltre che in alcuni comuni del nord barese, diretta dal pregiudicato Capriati Filippo.

Quest’ultimo, avvalendosi di numerosi soggetti, tra cui il fratello Pietro, ha organizzato, diretto e preso parte ad un’articolazione per delinquere armata, di tipo camorristico mafioso, finalizzata alla commissione di più delitti contro il patrimonio, la persona, l’ordine e la sicurezza pubblica, l’industria ed il commercio oltre che delitti concernenti il traffico e lo spaccio di stupefacenti e le armi, al fine di acquisire la gestione o comunque il controllo di attività economiche nell’area metropolitana di Bari.

In particolare, nel corso dell’indagine è emerso che la predetta organizzazione, con la forza dell’intimidazione, ha acquisito, attraverso una società, il controllo del servizio di assistenza e viabilità, connesso ai traffici  ed alle operazioni portuali, all’interno del porto di Bari; ha imposto l’acquisto di merci a diversi commercianti operanti nel quartiere “Carrassi” di Bari oltre che in alcuni comuni limitrofi ed ha imposto ai commercianti delle feste patronali (quale la Sagra per la Festa di San Nicola) l’acquisto di merci; si è rifornita di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente da differenti canali di approvvigionamento, in particolare dalla Campania, trafficando cospicue forniture di cocaina, hashish, marijuana ed eroina destinate allo spaccio al dettaglio.

È stata altresì individuata un’associazione a delinquere finalizzata alla realizzazione di furti che ha portato a compimento numerosi delitti sia nel sud della Puglia, sia in diverse aree della Basilicata, in danno di grosse aziende commerciali.

Nel corso delle investigazioni sono stati sequestrati ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, nonché un fucile mitragliatore, un fucile a canne mozze e 10 pistole, oltre a numeroso munizionamento, e recuperata parte della refurtiva.

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS