BISCEGLIE 15 GIORNI GRUPPO FACEBOOK

BISCEGLIE (BT): 16 MAGGIO 2013, INTITOLAZIONE DELLA TENENZA CARABINIERI DI BISCEGLIE ALLA MEMORIA DEL M.A.S.UPS “CROCE D’ONORE” CARLO DE TRIZIO
Archiviato in: Iniziative Culturali

DE TRIZIO 2Oggi a Bisceglie, in via Prof. M. Terlizzi 25, con inizio alle 10.15, si è svolta nel piazzale antistante la sede della Tenenza Carabinieri la cerimonia di intitolazione del locale Comando Arma al M.a.S.UPS “Croce d’Onore” Carlo De Trizio, deceduto il 27 aprile 2006 durante una missione in Iraq, nelle vicinanze di Nassirya.

Numerose le Autorità civili, religiose e militari presenti: il Comandante della Legione Carabinieri Puglia, Gen.B. Claudio Vincelli, il Commissario Straordinario del Comune di Bisceglie, Prefetto Gianfelice Bellesini, il Prefetto della Provincia B.A.T. Dott. Carlo Sessa, il Procuratore Generale della Repubblica, Dott. Antonio Pizzi, Il Procuratore Capo della Repubblica di Bari, Dott. Antonio Laudati, il Procuratore Capo della Repubblica di Trani, Dott. Carlo Maria Capristo, il Presidente della B.A.T. Dott. Francesco Ventola, il Comandante Provinciale di Bari, Colonnello Aldo Iacobelli, l’Europarlamentare On. Sergio Silvestris, i Senatori Francesco Maria Amoruso e Luigi Perrone, rappresentanze dei vari Comandi delle Forze Armate e di Polizia.

DE TRIZIO 1La cerimonia, accompagnata dalle note della Fanfara del 10° Battaglione CC Campania, ha visto impegnato anche un Picchetto d’onore nella tradizionale Grande Uniforme Speciale e Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri con i propri Labari. Madrina della manifestazione è stata la Sig.ra Mastrapasqua Elisabetta, madre del M.a.S.UPS De Trizio, che ha proceduto allo scoprimento della lapide. La Tenenza Carabinieri di Bisceglie è organicamente inquadrata nella Compagnia CC di Trani e comprende un’area di 69 Kmq con una popolazione di 55mila abitanti.

Cenni sul Militare decorato

Carlo De Trizio è nato a Bisceglie il 12 gennaio 1969. Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri il 6 febbraio 1990, conseguendo il grado di Maresciallo nel 1995. Ha prestato servizio presso il Battaglione Allievi Carabinieri di Roma, la Stazione Carabinieri di Roma-Piazza Farnese come Sottufficiale in Sottordine e presso il Nucleo Radiomobile della Capitale quale Capo Equipaggio. Nel 2004 ha preso parte in Iraq anche all’operazione “Antica Babilonia”. Il 14 aprile 2006 era giunto nuovamente in Iraq, a Nassiriya. Dopo soli 13 giorni, il 27 aprile 2006 alle 8.50 ora locale (le 6.50 ora italiana), lungo una strada a sud ovest dell’abitato di An Nasiriyah, una pattuglia del contingente italiano composta da quattro veicoli protetti del Reggimento Carabinieri della MSU (Multinational Specialized Unit), con a bordo un Ufficiale dell’Esercito, 15 militari dell’Arma dei Carabinieri e un graduato della Polizia Militare rumena, veniva coinvolta nell’esplosione di un ordigno posto al centro della carreggiata. Il convoglio si stava recando al PJOC (Provincial Joint Operation Centre, la sala operativa integrata delle Forze di sicurezza della Provincia) dove i militari coinvolti nell’attacco avrebbero dovuto svolgere il loro regolare servizio per le consuete attività di coordinamento con le Forze di sicurezza locali nel controllo del territorio. Il mezzo colpito subiva esternamente danni limitati, mentre l’interno veniva completamente distrutto dall’esplosione, le cui fiamme avvolgevano i militari che erano all’interno. Tra di loro, il Maresciallo Carlo De Trizio.

Questo il testo della motivazione della Croce d’Onore “alla memoria”: “Componente della Sezione Addestramento di Base dell’Unità di Manovra del Reggimento M.S.U. nell’ambito dell’operazione “Antica Babilonia” il 27 aprile 2006, nel corso di trasferimento presso il locale Joint Operation Center a bordo di convoglio blindato, veniva mortalmente investito dalla deflagrazione di un insidioso ordigno di devastante potenza, fatto esplodere da ignoti terroristi al passaggio degli automezzi. Chiaro esempio di elette virtù militari, elevatissimo senso del dovere ed assoluta dedizione al servizio costantemente testimoniati sino all’estremo sacrificio contribuendo ad elevare il prestigio dell’Italia, delle sue Forze Armate e dell’Arma dei Carabinieri”.

 

An Nassiriya – Iraq, 27 aprile 2006.


Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS