BISCEGLIE 15 GIORNI GRUPPO FACEBOOK

DALL’UNIONE EUROPEA RISORSE PER IL RIFACIMENTO DEI MANUFATTI RURALI IN PIETRA A SECCO
Archiviato in: Vita amministrativa

Manufatti a secco, tipici del territorio puglese

Manufatti a secco, tipici del territorio puglese

Previsti contributi a fondo perduto fino al 100%.  Presentazione delle domande fino al 14 dicembre.

Vittoria Fata:  «Il nostro agro va tutelato e abbellito. Invito il Sindaco ad organizzare un ufficio che possa dare aiuto a chi intende ristrutturare i propri  muretti a secco, elemento caratteristico dell’architettura rurale della nostra regione, considerando, inoltre,  le concrete prospettive lavorative per artigiani e manovali della pietra, imprese e maestranze che si occupano di recupero e ripristino dei manufatti in pietra».

Vittorio Fata (Consigliere Comunale)

Vittorio Fata (Consigliere Comunale)

È stato pubblicato dalla Regione Puglia il bando per la Sottomisura 4.4 di “Sostegno per investimenti non produttivi connessi all’adempimento degli obiettivi agro – climatico – ambientali” Operazione A. Entità del sostegno: 100% a fondo perduto Scadenza presentazione delle domande: 14 dicembre 2018 L’intervento mira a salvaguardare e migliorare il paesaggio agrario e conservare elementi naturali e seminaturali in grado di promuovere il mantenimento delle capacità di autoregolazione degli agroecosistemi regionali, come i muretti a secco. L’azione sostiene le spese legate all’investimento di ripristino dei muretti già esistenti. Possono presentare domanda gli imprenditori agricoli iscritti nel registro delle imprese agricole della CCIAA che, in base ad un legittimo titolo di possesso, conducono aziende agricole ricadenti nelle aree del territorio regionale pugliese specificate nel Bando. Contributi a fondo perduto del 100% per il rifacimento dei muretti a secco Contributi a fondo perduto del 100% per il rifacimento dei muretti a secco

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITÀ –  Le azioni si applicano su tutto il territorio regionale con priorità ai territori ricadenti in Area Natura 2000 e in siti ad alto valore naturalistico. Volumetria massima di intervento per soggetto beneficiario non superiore a 1.500 mc. Non sono ammessi a finanziamento interventi di ripristino e manutenzione di elementi che hanno carattere produttivo e che costituiscono pertinenza di fabbricati ad uso abitativo o commerciale. Obbligo di destinazione d’uso degli investimenti per un periodo di 5 anni dal momento dell’erogazione del saldo. Gli interventi di recupero dovranno essere realizzati seguendo le “Linee guida per la tutela, il restauro e gli interventi sulle strutture in pietra a secco della Puglia” del PPTR della Regione Puglia. PRINCIPI DI SELEZIONE Interventi in Area Natura 2000 e in siti ad alto valore naturalistico, azienda con superficie condotta con metodo di agricoltura biologica o di agricoltura integrata.

SPESE AMMISSIBILI  - Ripristino e recupero dei manufatti rurali in pietra a secco (muretti e jazzi, senza apporto di malta, cemento e di reti protettive).

 


Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS