BISCEGLIE 15 GIORNI GRUPPO FACEBOOK

La Parola alla Scrittura. A Palazzo Tupputi dal 24 marzo un nuovo ciclo di incontri con gli autori
Archiviato in: Iniziative Culturali

tupputi 24 mar 17Nasce “TupputiIncontri – La parola alla scrittura” a cura di Cineclub Canudo e Associazione del Centro di Studi Normanno-Svevi: una rassegna in cui far incontrare scrittori, libri e la città. Se ne parlerà venerdì 24 marzo alle ore 18 in conferenza stampa presso il Laboratorio Urbano Palazzo Tupputi, in via Cardinale Dell’Olio a Bisceglie, con l’ideatore della rassegna, Giuseppe Losapio.

In continuità con l’esperienza di Storia a Santa Margherita che nello scorso anno ha visto la presenza di numerosi storici nella splendida chiesa del XII secolo, questa volta si pone l’accento su un altro luogo simbolo e identificativo della comunità biscegliese. Forte della presenza di uno dei Laboratori urbani, appunto quello di Palazzo Tupputi, tra i più produttivi e innovativi di Puglia grazie ad attività come Avvistamenti, Sonimage, PerCorsi Artistici e molte altre attività, arriva anche questo momento di dibattito e discussione già avviato con altri precedenti momenti d’incontro con i libri e i rispettivi autori. TupputIncontri non darà soltanto spazio agli autori nel campo della saggistica per delineare storicamente fenomeni e questioni che ricadono nell’attualità, ma avvierà collaborazioni con case editrici nazionali ed enti che operano su scala internazionale.

In questa prima edizione si parlerà di confini, Mediterraneo, crociate, meridionalismo, templari, reliquie, storia delle culture delle donne, di patrimonio culturale con autori come Francesca Romana Recchia Luciani, Giuliano Volpe, Alessandro Vanoli, Antonio Musarra, Onofrio Romano, Francesco Paolo de Ceglia, Vito Ricci e Giuseppe Fraccalvieri. La scelta di Palazzo Tupputi ricade sia per la presenza dell’alta qualità dell’offerta culturale del Laboratorio Urbano sia per proseguire con l’intento che aveva animato gli incontri a Santa Margherita: portare la cultura e la storia nei luoghi storici della città. Questa volta non si punta solo su Palazzo Tupputi, splendido palazzo cinquecentesco caratteristico per il suo bugnato a punta di diamante, ma anche per la valenza storica dello stesso, sede nel 1820 della Dieta delle Puglie e della famiglia Tupputi che con la figura di Ottavio ha rappresentato il Risorgimento italiano. Un luogo storicamente deputato alla discussione culturale.

Il primo appuntamento in collaborazione con la casa editrice Il Mulino sarà venerdì 24 marzo alle ore 19 con Alessandro Vanoli, bolognese, storico e medievista che presenterà il suo ultimo libro, “L’ignoto davanti a noi. Sognare terre lontane”.

Come il mondo cinese ha conosciuto la cultura buddista? Perché la filosofia greca e mediterranea si sia dimostrata incapace di interpretare le selve dell’America meridionale? Perché la Via della Seta è un’invenzione del Romanticismo tedesco? Ne parleremo con uno dei massimi esperti italiani di storia delle culture, autore di uno dei libri più interessanti del momento. Dodici narrazioni storiche su dodici viaggi ai confini delle terre inesplorate dagli uomini. Dodici viaggi nella storia e nei testi e dodici riflessioni su cosa ci potrebbe ancora meravigliare. Da sempre sogno e scoperta vanno assieme. L’uno ha alimentato l’altra e viceversa. Questo libro racconta che, a ben guardare, di ignoto e di stupore è ancora pieno il mondo. Spingersi al di là dei limiti geografici, solcare acque ignote, studiando venti e correnti, superando deserti e montagne: che ne è di quel sogno della scoperta che da sempre gli uomini hanno condiviso? Oggi che quasi tutto è stato esplorato, cartografato, mappato, cosa rimane per alimentare la nostra fantasia? Dai monaci buddhisti a Marco Polo, dal musulmano Ibn Battuta sino a Cristoforo Colombo, Hudson o James Cook: per quanto la mappa sembri infine conclusa, vi sono ancora infiniti elementi di stupore in serbo per noi, e nuovi spunti da cui ripartire per ricominciare a sognare. Alessandro Vanoli durante l’incontro ci inviterà in un viaggio tra le pieghe della grande storia, quella che pensiamo di conoscere e sarà presentata sotto una nuova veste narrativa, un gioco tra lettore ed esploratore in un libro che solca i confini tra narrazione e storiografia.

Alessandro Vanoli, storico del Medioevo e scrittore, è esperto di storia mediterranea e ha insegnato e svolto ricerca presso l’Università di Bologna, la Statale di Milano e numerose università estere (Cambridge, Città del Messico, Buenos Aires, New York) e attualmente presso il Dickinson Center for Global Studies, sede di Bologna del Dickinson College (Pennsylvania). Collabora come autore in Rai e nel Corriere della Sera. Con il Mulino ha pubblicato anche «La reconquista» (2009), «Andare per l’Italia araba» (2014), «Quando guidavano le stelle» (2015) e «La Sicilia musulmana» (2016).

Ingresso libero

 

Info: 3402215793 – 349 7514788 – info@palazzotupputi.itwww.palazzotupputi.it


Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML ValidoQuesto sito usa Wordpress CMS